Compiti di prestazione all'Istituto Rainerum di Bolzano

toolbox.gif
La collaborazione con l'Istituto Rainerum di Bolzano è ormai giunta al terzo anno. Il progetto è sostenuto dalla Intendenza scolastica Italiana. La Provincia Autonoma, sostiene dal 2007 percorsi laboratoriali di formazione in servizio dei docenti.

Uno di questi percorsi è stato attivato presso l'Istituto Rainerum. Il responsabile è il Prof. Fabrizio Mattevi, preside della scuola.

Il Dr. Maurizio Gentile è stato contattato in qualità di formatore-consulente. Le metodologie su cui è stato basato il progetto sono le seguenti:

- compiti di prestazione,
- valutazione autentica,
- apprendimento cooperativo,
- didattica per progetti,
- insegnare per la comprensione,
- didattica per competenze.

I contenuti sui quali i docenti hanno lavorato nell'a.s. 2008-09 sono stati i seguenti:

- misurazione e studio del tempo,
- modelli di calcolo del fabbisogno energetico del corpo umano in relazione all'età dei soggetti e alle attività motorie,
- applicazione dell'apprendimento cooperativo nelle discipline scolastiche. 

Alcuni esempi di prodotti realizzati in uno dei percorsi realizzati nel'a.s. 2008-2009 sono visibili nel Wiki del Rainerum.

Il 28 Settembre p.v., saranno definiti e avviati i nuovi progetti. Uno di questi si concentrerà sullo studio della figura di Archimede. L'idea è di lavorare sulla figura di Archimede prendendo spunto dal lavoro su Pitagora che i ragazzi hanno svolto lo scorso anno. Saranno coinvolte tre terze classi di scuola media
archimede.jpg
Il punto di partenza è questo: nella vita e nelle invenzioni di Archimede per la prima volta si fondono scienza e tecnica grazie all'abilità di ricavare importanti suggerimenti dalle esperienze (leve, catapulte, principio idrostatico ecc.). Si osserva, dunque, un profondo legame tra teoria e invenzioni pratiche.

Nel concreto i docenti hanno scelto questo personaggio perchè può consentire di affrontare in modo diverso alcune tematiche dei programmi di terza: 
 
- il concetto di p-greco
- le proporzioni
- il principio idrostatico e le sue applicazioni
- il concetto di leva anche in relazione al corpo umano

Ciascuna classe sarà guidata allo studio dei concetti di cui sopra e allo svolgimento di esperienze pratiche relative a fenomeni di galleggiamento, traiettore, specchi ustori, leve. In relazione a ciascuno i ragazzi aiutatti da schede predefinite produranno delle osservazioni e dei calcoli. Le classe infine di sfideranno a gruppi in una competizione/gara basata su un set di domande che riguarderà tutti i temi affrontati nel percorso.



Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia