News: RicercAzione: pubblicato il Primo Numero del 2010
(Categoria: RicercAzione)
Inviato da Maurizio Gentile
domenica 01 agosto 2010 - 15:59:41


Vi annuncio la pubblicazione del Primo Numero del 2010 di RicercAzione, la rivista pubblicata da Erickson che si avvale del supporto scientifico dell'Iprase del Trentino e di cui il sono Direttore responsabile e scientifico.

Siamo al secondo anno di pubblicazione. Con orgoglio e soddisfazione vi comunico che abbiamo pubblicato fino adesso 23 articoli di cui 8 in lingua inglese. I tre numeri ospitano contributi di autori italiani e stranieri.

Recentemente si è unita al Consiglio Editoriale la Prof.ssa Lauren B. Resnick dell'Università di Pittsburgh. Il prestigio internazionale della Prof.ssa Resnick da alla rivista un importante reputazione scientifica. Attualmente il consiglio editoriale è formato dai seguenti membri:

  • Annamaria Ajello University of Rome “La Sapienza”
  • Anne-Nelly Perret-Clermont University of Neuchâtel
  • Gabriele Pollini University of Trento
  • Arduino Salatin Iprase,
  • Trento Lauren Resnick University of Pittsburgh
  • Roger Säljö University of Gothenburg

L'editoriale che apre il Numero 3 copre diversi argomenti. In particolare presento e discuto la relazione tra le TIC e l'apprendimento, i fattori di sistema, di scuola e individuali che possono determinare i risultati di apprendimento, la riforma della scuola secondaria (Licei, Tecnici, Professionali).

Lo scritto riporta una citazione tratta da un lavoro di Jim Gray, ricercatore Microsoft da poco scomparso in un tragico incidente a bordo della sua barca a vela. Il tema che Gray esplora è l'integrazione tra tecnologie wed-based e ricerca scientifica. Ecco di seguito la citazione:

«Internet può fare molto di più che mettere a disposizione il testo integrale dei documenti dei ricercatori. In teoria, potrebbe unificare tutti i dati scientifici con tutta la letteratura per dare vita ad un mondo nel quali dati e letteratura possano interagire gli uni con l’altra. Un’interazione del genere aumenterebbe la “velocità di informazione” delle scienze e ottimizzerebbe la produttività dei ricercatori. E sono certo che sarebbe un gigantesco balzo in avanti»

Continua ...



Questa news proviene da Successo Formativo
( http://www.successoformativo.it/news.php?extend.12 )